Amo la Moda e la Digital Experience: il caso OVS
Strategia Omni-Channel Retail
Digital Marketing: come integrare branding, conten
Integrazione tra punti vendita fisici e online: ec
Venistar tra gli Sponsor dell'importante progetto
22 maggio 2019

FashionAble World 2019: a Modena Global Blue analizza i profili del "Globeshopper"

Infrequent, Frequent ed Elite: sono tre i profili dei global shopper in Italia individuati da Global Blue, tra i leader nel settore dei servizi di shopping esentasse. Una segmentazione che mira a intercettare le esigenze dei turisti internazionali, che nel primo trimestre del 2019 hanno incrementato del 13% i loro acquisti sul nostro territorio, con un +9% del valore dello scontrino medio.

«Un inizio di anno positivo, dovuto anche alle condizioni favorevoli sul mercato valutario, che fa ben sperare anche in vista della prossima stagione estiva. Una crescita che Global Blue ha osservato anche a livello europeo, dopo un 2018 chiuso in calo», ha spiegato Stefano Rizzi, country manager di Global Blue Italia (nella foto), in occasione di FashionAble World 2019, l’evento per il fashion & luxury svoltosi a Modena il 16 maggio.


Nella foto: Stefano Rizzi, Managing Director | Global Blue Italia

Per l'occasione il player dei servizi tax free ha illustrato i diversi profili di Globe Shopper individuati. L’80% del totale è rappresentato dagli Infrequent, ossia coloro che compiono al massimo due viaggi l’anno, con una spesa media ogni volta di circa 850 euro e che pesano per il 58% sul totale delle vendite tax free.

Il 18% è coperto dai Frequent, che hanno una spesa media per viaggio di 1.050 euro e i cui acquisti valgono il 24% dello shopping esentasse. È appannaggio degli Elite Shopper il restante 2%: questi ultimi rappresentano il 18% degli acquisti e fanno registrare una spesa media a viaggio superiore a 10mila euro.

«La nostra capillarità sul territorio, la capacità di analizzare ed elaborare quotidianamente i dati che raccogliamo, ci consentono di segmentare il mercato e intercettare, spesso anticipandole, le esigenze dei turisti internazionali» ha sottolineato Rizzi.

Oggi infatti, ha proseguito il manager, Global Blue è in grado di a differenziare la propria offerta di servizi in base alle esigenze di ognuno.

«Sappiamo bene, per esempio - ha concluso - che le modalità con cui il turista richiede il rimborso dell’Iva sono influenzate non solo dalla nazionalità ma anche dalla frequenza con cui viaggia. Per questo offriamo una pluralità di modalità di rimborso, dal contante all’accredito su carta di credito per arrivare ai digital wallet, che permette a ognuno di vivere una shopping experience personalizzata».

(Redazione, Fashion Magazine)