Amo la Moda e la Digital Experience: il caso OVS
Strategia Omni-Channel Retail
Digital Marketing: come integrare branding, conten
Integrazione tra punti vendita fisici e online: ec
Venistar tra gli Sponsor dell'importante progetto
26 febbraio 2018

Brand awareness: che cos’è, come misurarla e come aumentarla

Un’impresa che punti a fissare il suo marchio nella mente del consumatore non può non ricorrere a strumenti digitali. Ecco perché il web marketing e la Search Engine Optimization (SEO) rappresentano un passaggio obbligato

In quest' epoca votata alla comunicazione, sempre più spesso sentiamo parlare di brand awareness: un termine che potrebbe essere tradotto in “appetibilità del marchio”, e che indica lo stato di gradimento dei consumatori nei confronti di un brand. Si tratta di un valore complesso da illustrare, in quanto frutto di diversi fattori, che permettono di fissare quel marchio nella mente di un consumatore, così da trasformarlo nella prima opzione logica in fase di acquisto di un prodotto o servizio. In pratica, più la brand awareness si dimostra elevata, più può aumentare la redditività di un’azienda: questo perché ad un numero maggiore di clienti corrisponde sempre un fatturato più ampio.

Brand awareness: un approfondimento sul concetto

La brand awareness è un valore che si trova nella mente del consumatore: si tratta, in sintesi, del suo gradimento verso un certo marchio. Il suddetto valore viene misurato tramite la Piramide di Aaker: una rappresentazione metaforica dei vari livelli di appetibilità di un marchio. La base della piramide vede l’assenza di conoscenza, per poi salire verso una conoscenza del brand superficiale o approfondita. La punta di Aaker, invece, corrisponde al “top of mind”: raggiunto questo livello il brand in questione rappresenta il primo pensiero di un consumatore, quando si tratta di ripetere l’esperienza di acquisto. È anche possibile paragonare questo livello al concetto di fidelizzazione, più semplice da comprendere. Per misurare la brand awareness bisogna impegnarsi in una ricerca su Google con Analytics, e su Facebook con Insights: per misurare il traffico del sito, ma anche per capire il livello di commenti relativi al marchio.

Leggi l'articolo completo al seguente link >

(Di Redazione, Digital4.biz)